fbpx

Come attivare il metabolismo veloce post parto

4 Minuti Lettura

Non è un mistero: il metabolismo in gravidanza cambia. Il corpo femminile si prepara a vivere il lieto evento e ad accogliere una nuova vita che è già nel grembo. E già dopo le prime 10 settimane è possibile cogliere quanto sta avvenendo nella futura mamma. Tutto ciò è dovuto alla ritenzione dei liquidi, alla crescita del feto e dei tessuti adiposi. Ovviamente, dopo la nascita, spesso tutto torna come prima, ma non sempre. Per questo è importante vedere come velocizzare il metabolismo post parto. Ed è proprio quello di cui parleremo in questa rubrica.

Come cambia il peso in gravidanza e cosa succede al metabolismo

L’aumento di peso dovrebbe rispettare il parametro rappresentato dal parametro m/kg. Questo aumento ponderale, però, varia in base al peso pregavidrico della mamma. Per una maggiore chiarezza ecco un riepilogo per fasce:

  • Donna sottopeso 12,5 – 18 kg
  • Donna normopeso 11,5 – 16 kg
  • Donna sovrappeso, 7 – 11,5 kg
  • Donna obesa, ≥7 kg

Tuttavia c’è da considerare anche la variabile connessa all’età: più è alta e più diminuisce l’aumento di peso corporeo.

Come cambia il metabolismo in gravidanza

Si attiva proprio per rispondere alle esigenze del feto che cresce nel grembo. In particolare, a partire dal quinto mese la richiesta di proteine e di carboidrati è più alta perché il nascituro raddoppia il peso nella pancia. In questa fase buona parte delle proteine sono conservate per poter essere impiegate durante l’allattamento.

Anche il metabolismo dell’acqua subisce delle modifiche perché è influenzato sia dalla presenza di ormoni steroidei sia dalla puntuale diminuzione delle proteine sieriche che alterano il bilancio idrico nel corpo della donna. La maggiore richiesta di acqua è infine giustificata dal feto e dalla presenza di liquido amniotico , placenta e dalla crescita del liquido ematico.

metabolismo in gravidanza
Uno dei momenti più belli e più emozionanti

Come attivare il metabolismo post parto

Per ritornare al peso forma i tempi sono variabili. Generalmente occorrono dalle 12 alle 21 settimane per smaltire i chili dopo il parto. La lunghezza dipende da tanti fattori, ma il fattore vincente è rappresentato dall’accelerazione del metabolismo. Per attivarlo è necessario mettere in pratica alcuni consigli.

Bere tanto e fare attività fisica da soli non bastano, per questo è importante unire anche una sana alimentazione. Insomma, le buoni abitudini a tavola sono lo step iniziatico per rientrare nel peso forma dopo la gravidanza. In particolare:

  • bandire i grassi animale
  • fare a mano dei fritti
  • evitare cibi in scatola e quelli che contengono troppo sale o condimenti ricchi

Un capitolo importante della dieta è rappresentato dal pane. Non è facile rinunciarci, ma la soluzione alternativa è rappresentata dalle gallette di riso o dal pane azzimo, cioè non fermentato. Per quanto riguarda la pasta, non va eliminata dalla dieta, ma la porzione non deve superare i 90g e non deve essere inferiore agli 80g se si tratta dell’unica piatto mangiato a pranzo.

pasta metabolismo dopo gravidanza
Che buona la pasta! Non devi rinunciarci. L’importante è non esagerare

Come scritto in precedenza, bisogna fare attenzione ai condimenti. Quelli a base animale, come burro e strutto sono nemici della bilancia e vanno evitati. Pertanto bisogna optare per l’olio extravergine di oliva e l’olio di cocco. A patto, però, di usare non più di 2 cucchiai al giorno per insaporire le pietanze. Quando possibile, si può provare a rimpiazzare gli oli vegetali con succo di limone, senape e aceto che sono più leggeri.

Infine è importante anche drenare i liquidi che, in caso contrario, possono creare inestetismi sulle gambe e farle sembrare più gonfie. Per ovviare a questo problema si possono integrare nella dieta alcuni alimenti diuretici come ananas, angurie e verdure varie.

L’attività fisica per velocizzare il metabolismo post parto

La sedentarietà contribuisce a rallentare il metabolismo, soprattutto nel periodo successivo alla gravidanza. La risposta migliore per perdere peso è fare tanta attività fisica perché ciò aiuta a bruciare le calorie, a tonificare la pelle e a trasformare il molliccio in muscolo. “Attività fisica” può sembrare troppo banale come concetto e può voler dire tutto o niente.

Per essere più precisi, l’ideale sarebbe abbinare gli esercizi aerobici/cardio come camminata veloce, corsa, pedalata e nuoto con quelli anaerobici che riguardano la muscolatura. Una buona pratica potrebbe essere quella di alternarli nell’arco di una settimana: una quarantina di minuti al giorno, spalmati in 3 dì, da dedicare all’attività cardio outdoor e una ventina indoor per tonificare i muscoli in altri momenti della settimana.

joggin per attivare metabolismo veloce post parto
La corsetta quotidiana al parco aiuta ad attivare il metabolismo veloce

E infine l’ultimo consiglio per velocizzare il metabolismo dopo la gravidanza: non provare a fare tutto da soli, ma iniziare un percorso con una nutrizionista che si occuperà di guidare,, monitorare e correggere eventuali abitudini durante la dieta.

Altro da esplorare:

ballo di san vito cosa è
Neuropsicologia
Dott.ssa Bigozzi Francesca

Cos’è il ballo di San Vito?

CONDIVIDI Il ballo di San Vito è un disturbo che ha catalizzato l’attenzione sia di medici sia di antropologi. Il nome scientifico è Corea di